Supermercati animal-friendly, on. Brambilla: "Spesa da Despar con il cane"

 

“L’accordo che ho avuto il piacere di siglare questa mattina tra la nostra Federazione Italiana Associazioni Diritti Animali e Ambiente e Aspiag Service, la concessionaria Despar per il Nordest, che consente ai nostri piccoli amici di entrare nei supermercati della catena, è un nuovo, significativo passo avanti verso il compimento di una “rivoluzione dell’accessibilità”, destinata a semplificare la vita di milioni di italiani proprietari di un cane o di un gatto. Non solo al bar, nei ristoranti, negli uffici pubblici, sulle spiagge: anche nei supermercati

 

“L’accordo che ho avuto il piacere di siglare questa mattina tra la nostra Federazione Italiana Associazioni Diritti Animali e Ambiente e Aspiag Service, la concessionaria Despar per il Nordest, che consente ai nostri piccoli amici di entrare nei supermercati della catena, è un nuovo, significativo passo avanti verso il compimento di una “rivoluzione dell’accessibilità”, destinata a semplificare la vita di milioni di italiani proprietari di un cane o di un gatto. Non solo al bar, nei ristoranti, negli uffici pubblici, sulle spiagge: anche nei supermercati saranno progressivamente superate limitazioni che non hanno più ragione d’essere”. Lo ha detto oggi l’on. Michela Vittoria Brambilla, presidente della Lega italiana per la Difesa degli Animali e dell’Ambiente, commentando la firma del protocollo d’intesa con la società che gestisce 217 puntivendita nel Nordest del Paese. In questo modo Despar, che distribuirà migliaia di borse per portare i “pet” a fare la spesa, aderisceall’appello lanciato dall’on.Brambilla con la campagna #Sempreconme.
“Da anni – prosegue l’ex ministro – mi batto perché cadano vecchi divieti che limitano la libertà dei proprietari di animali d’affezione (oltre il 43 per cento delle famiglie italiane) e impediscono loro di accedere a luoghi pubblici o aperti al pubblico, parchi, spiagge, pubblici
esercizi, supermercati. Sono fermamente convinta che un’intelligente politica di accoglienza sia un investimento con ricadute molto positive per l’impresa che l’adotta e in generale per la convivenza civile. Basti pensare all’importante contributo che una porta aperta può dare alla lotta contro la piaga dell’abbandono e del randagismo, anche dal punto di vista culturale. Catene come Autogrill, Conad Adriatico e Despar ci credono.Sono sicura che altre seguiranno”.
“In Despar – aggiunge l’on.Brambilla – ho trovato grande sensibilità non solo alle esigenze di chi non può o non vuole separarsi dal proprio amico a quattrozampe ma anche alle sofferenze degli animali abbandonati: nei maggiori punti vendita sarà presto fissato un calendario per la raccolta di alimenti ed accessori destinati a cani e gatti in difficoltà, con la collaborazione delle associazioni aderenti alla Federazione. Sono certa che nel fare acquisti per i propri piccoli amici, i clienti non  dimenticheranno gli animali domestici meno fortunati e più bisognosi, chiusi in canili o gattili in attesa di trovare una nuova famiglia”.