ORSA DANIZA, BRAMBILLA: "NO ALL'ARCHIVIAZIONE OTTIMA NOTIZIA, IL GIUDICE CI HA DATO RAGIONE"

 

Il no del gip di Trento all'archiviazione del caso di Daniza, l'orsa giudicata "problematica" dall'amministrazione provinciale e uccisa nel settembre scorso durante un tentativo di cattura, è "un'ottima notizia", afferma l'on. Michela Vittoria Brambilla, presidente della Lega Italiana per la Difesa degli Animali e dell'Ambiente.

 

"Con la nostra Federazione Italiana Associazioni Diritti Animali e Ambiente – spiega l'ex ministro – avevamo presentato un formale atto di opposizione all'archiviazione, con la richiesta di ulteriori approfondimenti investigativi. Il giudice ci ha dato ragione. Ora si potrà almeno provare a fare chiarezza su una vicenda ancora oscura e su una morte che poteva essere evitata. Non solo il gip ha ordinato di iscrivere nel registro degli indagati il veterinario che ha eseguito la telenarcosi, ma ha anche sottolineato che per la cattura dei plantigradi esistono metodi diversi da quello utilizzato per Daniza. L'osservazione chiama in causa, ancora una volta, le responsabilità gestionali della Provincia: adottando quel metodo di cattura, gli amministratori sapevano bene che rischiavano di uccidere l'orsa ed hanno accettato il rischio".
Non si hanno notizie, purtroppo, dei cuccioli. "Speriamo di averne in primavera – conclude l'on. Brambilla – dopo il letargo invernale".